Crea sito
Annotazioni per viaggiare in Giappone by GaijinResource

=============================================

"hana wa sakuragi, hito wa bushi" (花は桜木人は武士) 

"tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero"

=============================================

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di GaijinResource si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del sito senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Giappone che passione

L'idea di condividere c'è sempre stata. Disporre di uno strumento meraviglioso come il web ti permette, se ne hai la capacità e la possibilità, di condividere una tua passione. Il Giappone per me è questo.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Iniziamo :

Essendo cresciuta con la mentalità nipponica stampata per bene  nel cranio non potevo  astenermi dal compiere i primi passi e dire la mia su una realtà che non mi è affatto sconosciuta, il Giappone ed i suoi meravigliosi abitanti ...i diversamente  uguali a noi, i Giapponesi.

Per fare questo mi avvalgo anche di una preziosa collaborazione e spero di essere d'aiuto, specialmente a chi desidera   andare in Giappone  =^_^=

A questo sito collaborano:

Lisa aka Ayame あやめ

- Giapponese mancata

- Organizzatrice dell'impossibile

- Pubblica su GaijinResource

Paolo aka Tamao 玉尾

- Divoratore di anime, manga, hentai ed ecchi

- Bushido & aikido friendly

- Supervisore e moderatore su GaijinResource

Giappone in soldoni

Sintesi sul Giappone, bella sfida. Comincerei da quello che può interessare sapere prima di preparare il viaggio per il quale ti invito a guardare qui   http://gaijinresource.altervista.org/home/pianifica-il-viaggio.html

 

 

Che ora è ?: Intanto  diamo per certo che il loro orario è spostato rispetto al nostro di 8 ore e poichè sono una popolazione intelligente non applicano l'ora legale per cui anche il +8 rispetto a noi diventa un relativo.

Dico questo perchè non deve spaventare  vedere che l'aereo parta, ad esempio, da Malpensa alle 13.00 ed arrivi a Tokyo (aereoporto di Narita) 20 ore dopo. E' assolutamente normale poichè le ore di volo sono  indicativamente 12 a cui applicare "burocraticamente" un bel +8.  Questo poi ha anche altri risvolti, soprattutto in termini di jet-lag, ma per ora non preoccupiamoci di questo.

Come dici ?: La lingua parlata è il giapponese, che parlato è un casino, scritto invece è un triplice casino ed ecco spiegato il motivo: loro usano due sillabari che sono hiragana e katakana e un vero e proprio infinito set di ideogrammi chiamati kanji di derivazione cinese, ognuno dei quali ha come minimo due pronunce. Ogni ideogramma indica un sostantivo o verbo oppure un altro se il contesto della frase  è diverso. Nel primo anno scolastico i bimbetti Giapu imparano 80 kanji ma non è raro vedere che spesso la pronuncia di tali ideogrammi viene scritta in hiragana in piccolo sopra o di lato (ecco a cosa serve il sillabario hiragana). E il katakana? Funziona come l'hiragana ma per vocaboli che i Giapponesi  non conoscevano e hanno dovuto "importare" dall'inglese: ad esempio taxi (takescii タクシー), tavolo (teburu テーブル). Su questo bel casino ci torniamo (http://gaijinresource.altervista.org/home/lingua-giapponese-base-.html ), anche perchè da altri punti di vista è facilissimo.

Brrr...  che caldo: Si,..il clima. Allora...quella banana che è il Giappone si allunga dalle latitudini della Kamchakta sovietica a quelle tropicali praticamente delle Filippine ne consegue che nella stessa stagione  la temperatura, la piovosità, il tasso di umidità varino e di molto a seconda della zona climatica in cui ci si trova. Non basta, infatti anche alla stessa latitudine, la costa verso il Pacifico  si diversifica e molto da quella rivolta verso il Mar della Cina. Generalmente possiamo dire che  il periodo migliore per visitare il Giappone sia la primavera, non solo per la fioritura dei sakura  fino a metà maggio e l'autunno che, seppur piovoso, garantisce un clima gradevole (mi riferisco ovviamente alla zona climatica centrale di Tokyo). Da evitare, (ma sopportabile) l'inverno. Da evitare come la peste a un battesimo l'estate piena (luglio/agosto), periodo in cui per attraversare una strada ti ritrovi a camminare sulle tue acque tanto si suda. Il periodo piu' richiesto per i numerosi festival, il clima e tutto è la primavera per cui prenota con largo anticipo anche perchè in quel periodo i Giapponesi, ma soprattutto i Tokiensi si prendono una bella settimana di festa chiamata Golden Week e molti alberghi potrebbero risultare  full.  Pianifica per tempo, se vuoi ti aiuto, ma fallo assolutamente con largo anticipo.

Ma quanto mi costi: recentemente per fare fronte a una grave crisi economica interna, il Giappone nella persona del suo Ministro all'Economia ha deciso di immettere sul mercato stampa di nuove banconote (in ogni senso)...riversando una mole di denaro in piazza, lo yen si è quindi svalutato e noi siamo diventati americani. Siamo, per farvi capire meglio, passati da circa 120 yen per euro a punte di 140, la pacchia ovviamente sta per finire ma il Giappone resta comunque una meta possibile se agiamo con accuratezza. Puoi controllare l'andamento del cambio http://www.xe.com/it/currencycharts/?from=EUR&to=JPY  . Per quanto possibile consiglio di farsi fare diverse valutazioni prima di procedere al cambio e di farlo preferibilmente presso istituti bancari, evitando intermediari ed agenzie. Ricordate inoltre che non c'è un limite di valuta importabile in Giappone ma se porti piu' di  200.000 yen devi dichiararlo in dogana. In molti megastore, inoltre, esibendo il passaporto con il timbro di visitatore temporaneo (vedi http://gaijinresource.altervista.org/home/pianifica-il-viaggio.html) puoi ottenere uno sconto pari alla tassa, ovvero del 5% circa che, se compri un gelato soft cream è nulla ma se compri una Mitsubishi Lancer Evo già cambia e non di poco.

Dove dormo ?:  la scelta di un albergo, andrebbe fatta con scrupolo tramite un sito leader nel settore che ti permetta di vedere  e scegliere la locazione ideale anche tramite google maps. Io avevo prenotato al Listel Hotel tramite Booking e mi sono trovata  divinamente neppure 60 euro /giorno per una twin room, tenete questo link  da parte come fosse oro http://www.booking.com/country/jp.html?aid=381207  Ricordatevi sempre che il costo totale della vostra vacanza comprende anche il tempo che dedicherete alle varie attività, un albergo lontano, scomodo, non servito dai mezzi può farvi perdere un casino di tempo e di conseguenza buttare via soldi.

Quindi, per evitare questo ti metto qui sotto un banner di un motore di ricerca specializzato, in italiano e già filtrato da me sul giappone da cui potrai confrontare  tutti gli hotel disponibili.

 

 

Clikkando il link qui sotto potrai vedere in tempo reale il tasso a cui è scambiata la divisa Giapponese rispetto all'euro.

http://www.xe.com/currencyconverter/convert/?Amount=1&From=EUR&To=JPY

HTML Comment Box is loading comments...